I cinesi per primi, già nel XIII secolo, scoprirono che le perle potevano essere coltivate utilizzando dei molluschi di acqua dolce e che si poteva stimolare l'ostrica a deporre nuovo materiale madreperlaceo, usando agenti irritanti quali piccoli frammenti di legno, metallo od osso. Ai giapponesi, peraltro, deve essere attribuita la messa a punto dei procedimenti atti ad ottenere da una ostrica perlifera una perla sferica come noi la immaginiamo.

Queste perle cinesi differiscono da tutte quelle fino ad ora illustrate per tre fattori essenziali:
1. sono coltivate in ostriche che vivono in acqua dolce;
2. non viene innestato nel mollusco un nucleo di madreperla ma solo impiantato un pezzo di mantello di un altro mollusco;
3. lo strato di perlagione si estende per tutto lo spessore della perla e dove era stato impiantato il tessuto, che viene riassorbito, si trova una piccola cavità centrale.

La coltivazione delle perle d'acqua dolce senza nucleo rigido iniziò nel 1946. Fino agli anni '70, le tecniche di coltivazione erano ancora in fase di messa a punto e si producevano generalmente perle a forma di chicco di riso, quasi tutte con una superficie molto rugosa.

A partire dagli anni '80 si iniziarono a produrre perle con superficie liscia e con forme più arrotondate. All'inizio i risultati non erano molto buoni ma in tempi recenti si è riusciti ad ottenere perle perfettamente sferiche o ovali o a bottone con diametri fino ai 10 mm che poco differiscono dalle perle giapponesi. Questa notevole somiglianza e un costo ridotto ad un decimo ha permesso alle perle di acqua dolce di soppiantare le perle Akoya negli acquisti della maggior parte della popolazione.
Le perle di acqua dolce sono coltivate nella regione di Shanghai, Cina meridionale, in laghi artificiali rettangolari lasciati liberi dagli allevamenti di trote. Il metodo di impianto usato dai cinesi è meno "clinico" di quello usato dai giapponesi, ma la percentuale di successo è molto elevata.

La produzione annua è stimata dalle 500 alle 800 tonnellate e non esiste alcun controllo né qualitativo né quantitativo della produzione delle perle d'acqua dolce cinesi.
Giappone | Australia | Indonesia | Filippine | Tahiti | Cina
Il mondo delle perle | Conoscere le perle | Chi siamo | News | Mappa del sito
Meneghetti  P.zza Diaz 7  20123 Milano Italia
Tel. +39.02.86461134 Fax +39.02.72023708  info@meneghettipearls.com

Home